StrongPity, un Advanced Persistent Threat macchiato di sangue

Estate 2016 un APT si diffonde in Italia! Chi si cela dietro l’APT StrongPity?

Nell’estate del 2016 un’APT chiamato StrongPity si è diffuso in Italia, in Belgio e in Turchia attraverso un attacco di watering hole infettando software legittimi. Di solito gli Advacend Persistent Thread utilizzano la tecnica dello spear-phishing per attaccare l’obiettivo prestabilito, in questo caso gli autori di StrongPity, hanno sfruttato un attacco di watering hole andando ad “avvelenare” i siti dei distributori di WinRAR Italia e Belgio e, in Turchia, due portali di distribuzione software.

In Italia era…

Continua a leggere su:
https://www.ictsecuritymagazine.com/articoli/strongpity-un-advanced-persistent-threat-macchiato-sangue/?feed_id=1520&_unique_id=63b685a86bf4e

Articolo a cura di Gianfranco Tonello

Articoli simili