Far fare o fare agire

Perché si lavora? Esiste la libertà nel lavoro?
Considerazioni per una filosofia del management

Agli inizi del 1900 il “capo” era considerato vitale e insostituibile per l’organizzazione.

Il capo “era” la fabbrica: assumeva e licenziava, stabiliva il salario e l’orario di lavoro, controllava la produzione e spesso decideva cosa, quando e come fare. Lo sviluppo dell’impresa, non solo nelle dimensioni, ma anche nella complessità, diedero l’abbrivio all’emergere del sindacalismo che impose una svolta decisiva alla gestione e alla conduzione di una azienda. Nelle aziende si inserì la strutt…

Continua a leggere su:
https://www.leadershipmanagementmagazine.com/articoli/far-fare-o-fare-agire/?feed_id=774&_unique_id=62fc106cdf179

Articolo a cura di Antonello Goi

Articoli simili